Il Senato approva l’attacco alla Costituzione, il partigiano Luigi Fiori: “Siete dei fuorilegge!”

24 ottobre 2013 - Scritto da  
Archiviato in Dall'Italia, Dalla Provincia, Partito, Primo piano

 

 

L’approvazione di ieri al Senato del ddl costituzionale che istituisce il comitato per le riforme costituzionali è un vergognoso atto di forza del governo dell’inciucio che seppellisce la lotta di Liberazione.

La modifica dell’articolo 138 non è un atto ordinario: rappresenta la demolizione del cardine della nostra Costituzione così come è stata pensata dai costituenti dopo la lotta di liberazione dal nazifascismo. Questo atto stravolge la Costituzione trasformandola da quadro rigido garante della civile convivenza in flessibile strumento nelle mani di questa maggioranza politica. L’unica parola che definisce una simile forzatura è golpe bianco; un cambio di regime dall’alto, che avviene alle spalle e sulla testa del paese. Che non potrà esprimersi con un referendum su questo stravolgimento.

Vorremmo sapere con quale coraggio certi soloni della politica, difensori a parole della carta costituzionale nata dalla Resistenza, abbiano potuto votare un simile scempio, senza mandato elettorale e in complicità con Berlusconi e la Lega Nord.

Ci riferiamo ai civatiani del Pd, in particolare Laura Puppato, che, con massima ipocrisia, hanno partecipato alla manifestazione nazionale del 12 ottobre a Roma in difesa della stessa Costituzione.

Un doppiogiochismo a dir poco scandaloso e proditorio, visto che per soli 4 voti l’approvazione della legge è passata con i 2/3 previsti dalla stessa Costituzione per impedire il referendum confermativo previsto.

E’ ora che i cittadini si rendano conto di ciò che è in atto: un golpe bianco, un’ “eversione di stato” di cui tutti, presto, pagheremo le conseguenze.

«Siete dei fuorilegge!», ha tuonato Luigi Fiori, presidente onorario del Prc spezzino e dell’Anpi Lerici, classe 1920 ed ex comandante della brigata partigiana Vampa, riferendosi alla classe politica che non rispetta la Carta Costituzionale.

Fra’ Diavolo -è il suo nome di battaglia- è intervenuto ieri sera alla Spezia alla sala “Caran” al dibattito sulla Costituzione organizzato da Azione Civile spezzina alla presenza dell’ex pm di Palermo Antonio Ingroia. «Abbiamo manifestato a Roma ancora più motivati di prima. Sono più di 60 anni che la classe dirigente se ne frega della Costituzione». E riferendosi ai rappresentanti delle istituzioni: «Quando vi siete seduti su quelle poltrone avete giurato di rispettarla e non di cambiarla. Seconda, terza, quarta Repubblica: la Repubblica è una sola e se non vi piace andate a casa!». Non le manda a dire Fiori, che attacca: «Non avete il diritto di scegliere di cambiare la Carta come vi pare. Siete voi i fuorilegge».

Nessuno dice che la Costituzione debba essere un monolite immutabile, spiega. «È previsto che si possano modificare alcune sue parti. Ma bisogna farlo con delicatezza e attenzione, misurare articolo per articolo, senza intaccarne l’impalcatura e il senso. Qui però vogliono andarci con l’accetta e questo è inammissibile». Nella sua vita da sostenitore convinto della Via maestra, protagonista del 12 ottobre romano, Gigi ha stampato oltre 72 mila copie di una Costituzione tascabile. «Le ho consegnate personalmente, una ad una, a tutti gli studenti che ho incontrato in questi anni e a cui ho raccontato di come è nata la Carta, dei valori della Resistenza e del senso della libertà».

«Rifarei quello che ho fatto l’8 settembre 1943. E lo rifarei per tutti quelli che oggi non arrivano alla fine del mese. Per tutti quelli a cui stanno rubando il futuro. Questa è una lotta difficile, perché i nemici sono meno distinguibili. La nostra paradossalmente era in qualche modo più semplice: avevi un fucile e un nemico davanti».

«Ma anche quella lotta -che è servita in quel momento- non ha risolto tutto e oggi siamo punto e a capo: la libertà di poter vivere una vita dignitosa è rimasta stampata in un testo. La dignità di un lavoro non precario, l’uguaglianza di tutti i cittadini, l’accesso ai ben comuni, dove sono queste cose? Abbiamo bisogno di far rispettare quella Carta una volta per tutte. Oggi più cher mai dobbiamo imparare dall’esperienza dei monti: i tedeschi erano più forti e più attrezzati di noi e ogni volta ci massacravano, ma dopo due giorni ci eravamo già organizzati per sconfiggere il nostro nemico comune».

 

Rifondazione Comunista La Spezia

Commenti

3 Commenti su "Il Senato approva l’attacco alla Costituzione, il partigiano Luigi Fiori: “Siete dei fuorilegge!”"

  1. Armando
    Scritto giovedì 24 ottobre 2013 alle 18:30 

    avatar

    Le riforme vanno fatte, la costituzione è vecchia e va adeguata, l’attuale costituzione difende privilegi e poteri della sinistra e dell’estrema sinistra. Qui il fascismo non c’entra, dovremmo invece preoccuparci del comunismo che ha fatto piu morti del fascismo e che è la stessa faccia della stessa medaglia insieme al nazismo e al fascismo. I partigiani rossi sono dei criminali, graziati a suo tempo da un governo imbelle. Subito dopo la fine della seconda guerra, partigiani comunisti hanno ammazzato persone innocenti solo perchè possessori agricoli, violentato mogli e figlie.I miei nonni sono stati alcuni tra le vostre vittime e la loro colpa era solo di avere un casale un piccolo podere e odiavano tutte le forme di dittatura come Fascismo, Nazismo e comunismo…..ma piano piano la pagherete tutti………….a partire dalla magistratura che voi controllate a vostro favore e che vi ha sempre graziato…….VERGOGNATEVI…..dimenticavo !!! GRAMSCI è una aberrazione storico culturale del nostro paese, colui che scrisse che ” agli italiani non farebbe male un pò di campo di concentramento” non può essere che paragonato ad Adolf Hitler e voi comunisti siete ciò che è rimasto del totalitarismo nazista. la vera falsità storica è che i partigiani hanno liberato l’Italia, no i veri eroi sono stati gli alleati, voi siete solo degli approfittatori e opportunisti che siete saltati sul carro della vittoria per fare i vostri porci comodi e revisionare la storia della seconda guerra a vostro uso e consumo…….e meno male che ne io ne i miei figli ci abbiamo mai creduto e abbiamo sempre rifiutato di impararla sui libri italiani. Oggi siete pieni di soldi strapagati e non fate nulla e l’unica cosa che sapete fare è dare la calpa a Berlusconi e alla Lega di ogni cosa. Ma se la nazione oggi è ridotta cosi, almeno 40 sono colpa vostra e l’attuale presidente della repubblica lo dimostra.

  2. marco tonelli
    Scritto giovedì 14 novembre 2013 alle 22:59 

    avatar

    Primo vorrei dire a questo signore che è un ignorante, si legga dei libri di storia . Aggiungerei che se non ha mai voluto accettare gli scritti sui libri italiani e cosi i suoi figli beh loro sono ignoranti come lei e si dimostra un dittatore alla stregua di quelli citati visto che penso impedisca ai suoi figli di ragionare col proprio cervello e di farsi una opinione personale ed autonoma . Concludo dicendo che sono stufo di sentire dire che il comunismo ha numeri più alti del fascismo in quanto ad omicidi , stupri , rapimenti e quant’ altro e comunque non è farina del suo sacco .Lei dice , con tono minaccioso che noi la pagheremo ? Beh , per ora la storia e non solo sta giudicando e chiedendo il conto a quelli che hanno sempre raccontato le stupidaggini che lei si è bevuto e che probabilmente ha anche votato negli ultimi 20 anni…quindi caro signore chi che deve render conto alla Vergogna?
    Gramsci diceva che agli italiani avrebbe giovato un po di campo di concentramento? Mussolini deve averlo preso in parola…e comunque non si scordi che la gente come me ha dato la vita per permettere alla gente come lei di avere la LIBERTA di dire quel che lei afferma…cordiali saluti e stia bene.

  3. patrizia
    Scritto sabato 23 novembre 2013 alle 09:23 

    avatar

    non si può commentare cio’ che dice fra’ diavolo
    bisogna solo prenderlo come “oro colato” farne quindi tesoro e farlo fruttare
    basterebbe poi un centesimo della sua energia per andare avanti come sta facendo lui da una vita
    grazie di tutto comandante fra diavolo è stato un vero miracolo conoscerti ti voglio tanto bene e ti sarò sempre grata PER LA TUA BATTAGLIA NELLA RESISTENZA E QUELLA DI ADESSO
    CIAO CIAO patti presidente ANPI SALSOMAGGIORE TERME – PR

Facci sapere che cosa stai pensando, lascia un tuo commento...
e oh, se si desidera una foto per mostrare con il proprio commento, vai ottenere un gravatar!