Massimo Lombardi confermato segretario provinciale di Rifondazione Comunista: “Alternativi nettamente al Pd, apriamo una costituente spezzina contro l’austerità”

11 dicembre 2013 - Scritto da  
Archiviato in Dalla Provincia, Partito, Primo piano

 


Massimo Lombardi è stato confermato segretario provinciale di Rifondazione Comunista spezzina.
Lo ha deciso ieri sera l’assemblea del nuovo Cpf che ha votato all’unanimità (con una sola astensione) la rielezione del segretario uscente, in carica dal gennaio 2012.
Quarantacinque anni, avvocato, già presidente di Arci solidarietà e fondatore del laboratorio antirazzista “L’incontro”, Lombardi è il figlio del compianto Ado, storico poeta-operaio spezzino, dirigente Cgil e segretario di Rifondazione nei primi anni 2000.
“Saremo il partito dell’uscita della crisi dichiara Lombardi alternativi nettamente al Pd e fuori dal centrosinistra, che ora non ha più senso di esistere. Apriamo una costituente spezzina delle forze antifasciste: partiti, associazioni, comitati contro la dittatura dell’austerità. Ritorniamo nei territori unendo le lotte del lavoro e dell’ambiente: dobbiamo dire tutti insieme no alla concertazione, si al conflitto sociale con barra dritta a sinistra”.

Nelle prossime settimane verrà resa nota la composizione della nuova segreteria provinciale.


Rifondazione Comunista, federazione provinciale La Spezia

Commenti

Facci sapere che cosa stai pensando, lascia un tuo commento...
e oh, se si desidera una foto per mostrare con il proprio commento, vai ottenere un gravatar!