Occupazione Cgil spezzina della sede provinciale Pd, Rifondazione: “Solidarietà ai lavoratori di Terni picchiati dalla polizia”

29 ottobre 2014 - Scritto da  
Archiviato in Dalla Provincia, Partito, Primo piano

 

Rifondazione Comunista della Spezia esprime la più assoluta solidarietà alla Cgil spezzina che questo pomeriggio ha occupato al sede Pd di via Lunigiana in protesta contro il partito al governo che si è permesso di denigrare il più importante sindacato italiano, capace pochi giorni fa di portare più di un milione di persone in piazza contro l’abolizione dell’articolo 18.
Le dichiarazioni inqualificabili della parlamentare europea Picierno denotano tutta la violenta arroganza del governo renzista e sancisce una volta per tutte il cambiamento di un’epoca: il Pd non solo non è il referente dei lavoratori, ma anzi ne rappresenta il suo principale avversario.
La dimostrazione è avvenuta sempre oggi a Roma, con la vergognosa carica della polizia contro gli operai di Terni e ai loro rappresentanti sindacali.
Il governo Renzi, invece di intervenire per salvare le acciaierie impedendo la distruzione di posti di lavoro e del futuro di un intero territorio, interviene manganellando lavoratori e sindacalisti.
Il governo Renzi attacca i diritti dei lavoratori, le libertà sindacali e il diritto a manifestare, come mai era avvenuto nella storia recente.
E’ un episodio degno dei tempi più bui della nostra storia, incompatibile con la democrazia di un paese. Crediamo che ai lavoratori e ai sindacalisti colpiti debba andare il pieno sostegno di chi ha a cuore i diritti del lavoro e la democrazia.
Rifondazione è solidale con Susanna Camusso, Maurizio Landini, la Cgil e tutti i lavoratori vessati dal governo Renzi.
Rifondazione Comunista,
federazione provinciale La Spezia

Commenti

Facci sapere che cosa stai pensando, lascia un tuo commento...
e oh, se si desidera una foto per mostrare con il proprio commento, vai ottenere un gravatar!