“Fincantieri assuma Linda Rossi, figlia del compianto Davide. Non si gioca sul futuro delle persone”

11 settembre 2021, by  
Archiviato in Lavoro, Partito, Primo piano

 

Fincantieri spezzina non ha intenzione di collocare a tempo indeterminato una giovane stagista, Linda Rossi, figlia del compianto Davide, lavoratore, tragicamente scomparso poco tempo fa.

Siamo a dir poco allibiti tale insensibile e inconcepibile decisione aziendale nei confronti di una ragazza volenterosa, che deve costruirsi una vita e che ha dimostrato nel suo periodo di stage il proprio valore.

Fincantieri spieghi pubblicamente per quale motivo Linda non debba essere assunta a tempo indeterminato, alla luce soprattutto della particolare condizione familiare. L’improvvisa scomparsa del padre, che per anni ha servito l’azienda con dedizione e con professionalità, rappresenta infatti ancora oggi un duro shock per tutti. Per tutti, ma non per Fincantieri, evidentemente.
Rifondazione Comunista appoggia ogni mobilitazione per far ottenere a Linda il posto di lavoro che si è guadagnata con sudore, sacrificio e, purtroppo, anche tanto dolore.
 
Rifondazione Comunista, federazione provinciale La Spezia

Romeo (Prc Arcola): Il CUP va in ferie per 45 giorni, e gli amministratori comunali cosa fanno?

5 luglio 2012, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Partito, Primo piano

 

Tanto tuonò che piovve!!!

Il cartello con su scritto “il CUP rimane chiuso dal 16 luglio al 31 agosto” fa bella mostra di se all’ingresso del CUP di Arcola.

Nonostante le promesse del direttore generale Gianfranco Conzi in occasione del consiglio comunale del maggio scorso, il Centro Prenotazioni va in ferie con il proprio personale alla faccia dei cittadini arcolani che, nonostante risiedano nel terzo comune della provincia, saranno privati di un servizio così essenziale.

Polemico il consigliere comunale di Rifondazione Comunista Salvatore Romeo che si chiede che fine abbia fatto la proposta da lui avanzata al Comune, all’ASL e alle OO.SS.  quando era assessore provinciale e che avrebbe comportato l’apertura costante del presidio sanitario senza alcuna spesa per il Comune e la stessa ASL.

La proposta consisteva e consiste nell’affiancare l’impiegata ASL con un tirocinante attraverso la Legge 68 totalmente finanziato dalla Provincia attraverso fondi regionali (che sono già nelle casse provinciali), in modo da garantire la presenza almeno di un impiegato anche nei periodi di ferie o malattia di parte del personale ASL.

Il periodo del tirocinio durerebbe dodici mesi ed è rinnovabile per altri dodici al termine del quale l’ASL può procedere all’assunzione definitiva del tirocinante. Ricordo che, in base alla convenzione sottoscritta da Provincia e ASL, la stessa deve procedere all’assunzione di tre persone disabili entro il 2014 nel rispetto della L.68/99.

Salvatore Romeo

Circolo Rifondazione Comunista Arcola