“Addio Piero e grazie per la tua umanità”

21 aprile 2018, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Partito, Primo piano

 

La Federazione spezzina di Rifondazione Comunista si stringe attorno a Marina e Gianpaolo, rispettivamente moglie e figlio di Piero Ravecca, presidente dell’associazione Macondo tre che ci ha lasciato nei giorni scorsi.

Piero è stato iscritto a Rifondazione Comunista, facendo parte della segreteria provinciale di Aldo Lombardi. Era un compagno generoso, dolce, umile, instancabile nella difesa degli ultimi. Sono molti i ricordi che ci legano a lui: i viaggi dai “suoi” bimbi in Bosnia, le meravigliose manifestazioni per la pace e contro la guerra, le manifestazioni antirazziste e per la difesa dell’ambiente, senza dimenticare la mitica “Pace e diritti in festa” a Bolano organizzata dalla sua associazione insieme ad Emergency ed il laboratorio antirazzista “L’incontro”.

Ci lasci un vuoto immenso ma, da comunisti, ti promettiamo di andare avanti in direzione ostinata e contraria, contro ogni guerra, per la pace ed i diritti come hai sempre fatto.

Ciao Piero!

Le compagne e i compagni di Rifondazione Comunista La Spezia

“Solidarietà alla Cgil di Bolano. Il fascismo cresce, sta a tutti noi fermarlo”

16 dicembre 2017, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Partito, Primo piano

Rifondazione Comunista esprime piena solidarietà e vicinanza alla Cgil per l’incivile episodio accaduto alla sede del sindacato a BolanoEnnesimo sintomo di un clima di enorme ignoranza e di odio sempre più marcato nel Paese che inevitabilmente sfocia, come ci ha già insegnato la Storia, nella più becera delle ideologie.
Si comincia con un semplice striscione, poi con una manifestazione, quindi con la rappresentanza politica: il fascismo attecchisce ovunque e solo pochi nella società civile sembrano allarmarsi. E chi va a colpire? Naturalmente chi difende i lavoratori, gli ultimi, gli emarginati. Film già visto, purtroppo. E con amarezza e rabbia c’è da registrare, a Spezia come altrove, che molti stanno tentando di sdoganare sempre di più le parole d’ordine e i modelli pesudo-mussoliniani. Ad esempio si attacca ferocemente chi solleva la questione X Mas e chi difende ad oltranza i valori della Resistenza e della Costituzione, si fa finta di nulla quando si aprono sedi “legali” apertamente neofasciste, e addirittura si cerca di nobilitare e mettere alla luce, con la scusa dell’arte, statue di gerarchi del ventennio. Questo è il brodo da cui fermenta questa sottocultura già sconfitta dalla Storia e che molti “millennials” stanno ri-abbracciando. Mattone dopo mattone il muro fascista si innalza: sta a tutti noi ri-abbatterlo il prima possibile.
Rifondazione Comunista, federazione provinciale La Spezia

Incendio ditta Costa di Albiano Magra: “Le autorità facciano piena luce e comunichino esito analisi”

2 agosto 2016, by  
Archiviato in Ambiente, Partito, Primo piano

Il terzo incendio verificatosi domenica 31 luglio scorso all’interno dell’impianto di trattamento rifiuti ad Albiano Magra, ha sviluppato un’intensa colonna di fumo nero che ha obbligato i comuni spezzini limitrofi come Santo Stefano e Bolano ad emettere ordinanze precauzionali di divieto di consumo acque sorgive ed ortaggi.
Ad oggi nonostante i numerosi appelli nulla è stato pubblicamente dichiarato dagli enti di controllo Asl ed Arpal circa le potenziali aree che potrebbero esser state interessate dalla contaminazione della nube. 

Le nubi come è noto, non conoscono confini amministrativi, e sono solite vagare per i cieli portandosi dietro e dentro eventuali tossicità.
 

Sarebbe bene che, in attesa dei risultati delle analisi, si dicesse con chiarezza quali sono le possibili aree contaminate, basandosi sui dati meteorologici di questi giorni e se ci sono stati versamenti nel fiume Magra.

 

Altro aspetto è quello giuridico: com’è possibile che l’impianto in questione sia stato colpito da tre incendi nel giro di pochi mesi? La magistratura negli anni passati aveva già accertato la mano della criminalità organizzata. Dobbiamo pensare che nulla è cambiato? Oppure il problema sta nella sicurezza dell’impianto?

 

I​ cittadini hanno il diritto di sapere come tutelare la propria salute e gli Enti preposto hanno il dovere di dare gli strumenti necessari.​

 

Rifondazione Comunista, federazione provinciale La Spezia

“Soldi all’unica grande opera: la messa in salvaguardia del territorio”

26 novembre 2012, by  
Archiviato in Ambiente, Dalla Provincia, Partito, Primo piano

Le recenti dichiarazioni dell’ex assessore provinciale alla viabilità Casabianca (Pd), nella ragionevolezza di un’emergenza che va risolta, dimostrano che le nostre proposte sulla gestione del territorio sono sempre state concrete e lungimiranti.Quello che dimentica di aggiungere Casabianca, proponendo la ovvia conclusione del Prusst Bolano-S.Stefano, è che ciò conferma la bontà delle nostre posizioni contro il tunnel di Buonviaggio e contro il casello di Beverino.
Pensare infatti di cantierizzare e cementificare il nostro territorio senza una reale necessità è tanto inutile quanto sconsiderato.Lo dimostra la situazione viabilistica del Felettino: immaginiamoci cosa sarebbe se disgraziatamente ci fosse anche il tunnel di Buonviaggio. Così come è evidente a chiunque che un ulteriore casello a Beverino sarebbe funzionale ad operazione che nulla avrebbero a che fare con la viabilità. Si tratta di capire quali siano le vere priorità: se si vuol fare un regalo alle grandi imprese infrastrutturali svendendo il nostro territorio con opere del tutto inutili o spendere soldi pubblici per l’unica grande opera necessaria, la messa in salvaguardia della provincia.
 
Rifondazione Comunista, federazione provinciale La Spezia

I migliori auguri a Damiano Lombardi, nuovo consigliere comunale Prc di Bolano

23 maggio 2011, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Primo piano

La federazione provinciale di Rifondazione Comunista e il circolo Prc di Follo-Bolano-Calice, nel comunicare  l’ingresso nel consiglio comunale di Bolano del compagno Damiano Lombardi, rappresentante di Rifondazione Comunista/Federazione della Sinistra nella lista “Uniti per la gente” che ha sostenuto l’elezione a sindaco nel 2009 di Franco Ricciardi Giannoni, porgono al neo consigliere i migliori auguri per il suo nuovo ruolo istituzionale.

La vicina battaglia referendaria per la difesa dell’acqua pubblica, per un deciso no al programma nucleare (che il governo a solo provvisoriamente accantonato), per l’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge, senza impunità per i potenti, offre l’occasione perché anche nel limitato ambito comunale la nostra presenza serva a ribadire i valori che hanno sempre ispirato il nostro partito e che sono inseriti nel programma della lista a cui abbiamo aderito: difesa della costituzione, rispetto per il patrimonio ambientale, garanzie dei lavoratori e delle sempre più numerose fasce non protette.