Prc La Spezia: “Dolore e cordoglio per la morte del compagno Franco Pisano”

10 gennaio 2013, by  
Archiviato in Comunicazione, Dalla Provincia, Partito, Primo piano

 

La federazione provinciale spezzina di Rifondazione Comunista esprime tutto il proprio dolore e cordoglio per la morte del compagno Franco Pisano, scomparso la sera di martedì 8 gennaio dopo una lunga malattia. Franco è stato uno storico militante della sinistra extraparlamentare, dirigente politico del ’68 e militante della Lega dei Comunisti prima e di Democrazia Proletaria poi, di cui ha ricoperto la carica di segretario provinciale. Nel 1991 è stato tra i fondatori di Rifondazione Comunista alla Spezia per poi entrare in seguito nel Pcl di Marco Ferrando.

Franco ha lavorato presso l’Arpal e l’Asl della Spezia nell’ambito della sicurezza del lavoro ed è stato sempre in prima linea a sinistra anche nella Cgil spezzina. Con lui perdiamo un compagno prezioso e una persona squisita e ci uniamo al lutto della famiglia e di quanti l’hanno conosciuto in questi anni. I funerali si terranno venerdì 11 gennaio alle 14.30 presso l’obitorio dell’ospedale Sant’Andrea della Spezia.

Ciao COMPAGNO Franco!
Rifondazione Comunista, federazione provinciale La Spezia

“Sconforto per la morte di Usman Toffik, suicida nel centro immigrati di Pegazzano”

11 ottobre 2012, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Partito, Primo piano

 

Esprimiamo grande tristezza e sconforto per l’avvenuta morte di Usman Toffik, giovane togolese di 28 anni, al quale il governo ha rifiutato la richiesta dello status di rifugiato politico. Usman si è suicidato alla Spezia nei giorni scorsi presso il Centro Immigrati di via Filzi di Pegazzano.

Dopo aver attraversato l’Africa e Italia, era stato “smistato” nella nostra città. Aveva fatto richiesta di asilo politico, ma dopo tanta attesa, è arrivato il diniego inderogabile.

Inutile ribadire che le misure prese dal Governo in materia di immigrazione risultano a dir poco inadeguate alla risoluzione delle problematiche di inserimento e di accoglienza. I profughi giunti l’anno scorso in Italia che hanno fatto domanda di protezione internazionale e che sono stati accolti all’interno del piano della cosiddetta “emergenza Nord Africa” sono poco più di ventimila.

Anche nel territorio spezzino nell’ultimo anno e mezzo si è provveduto a sistemare migranti arrivati in Italia dopo la caduta del regime di Gheddafi presso strutture dislocate su tutto il territorio nazionale. Lo stato ha erogato denaro alle strutture ospitanti, ma senza preoccuparsi di garantire progetti di formazione e inserimento lavorativo. Queste persone si sono viste solo addolcita la pillola, per poi ricevere il diniego alla loro richiesta di godere dello status di rifugiati. Oppure c’è chi, da ormai due anni, ottiene il rinnovo del permesso di sei mesi per motivi umanitari: anche queste persone, senza assistenza di tipo formativo e lavorativo, hanno sì un posto dove stare, ma sono lasciate a se stesse. Mentre i sans papier da anni in Italia cercano in tutti i modi di trovare un datore di lavoro disposto ad aiutarli per ottenere l’irraggiungibile permesso attraverso la sanatoria truffa bis 2012.

La strada sarebbe ben altra da percorrere. Anche noi, cittadini italiani, dovremo seguire dei percorsi formativi di educazione all’intercultura.

Forse allora, verrebbe anche impedito di affiggere quei manifesti vergognosi con scritto “meno clandestini più lavoro ai giovani”. 

 

Rifondazione Comunista, federazione provinciale La Spezia

“Cordoglio alla famiglia e alla Cgil per la scomparsa di Massimiliano Miselli”

15 settembre 2012, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Partito, Primo piano

 

La federazione provinciale spezzina di Rifondazione Comunista/Fds esprime forte cordoglio per l’improvvisa e giovane scomparsa di Massimiliano “Mise” Miselli, molto stimato in città come uomo e come lavoratore, un bravissimo informatico della Cgil della Spezia.

Uomo di sinistra, non è mai stato un iscritto a Rifondazione ma ci teniamo lo stesso a salutarlo, stringendoci al grande dolore della famiglia e di tutta la Cgil spezzina a cui Miselli mancherà moltissimo per le sue indiscutibili doti umane e professionali.

Rifondazione Comunista/Fds La Spezia

Grande cordoglio e commozione per la scomparsa del compagno Enzo Cambi

6 agosto 2012, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Partito, Primo piano

 

Nella giornata di ieri, domenica 5 agosto, è morto alla Spezia il compagno Enzo Cambi, padre dell’ex assessore provinciale Elio. Aveva 80 anni.

Enzo è stato un comunista vero e ha onorato per tutta la sua vita questo ideale iscrivendosi fin da subito a Rifondazione Comunista e dedicando tutta l’esistenza ai compagni e al prossimo.

Nel suo nome dobbiamo impegnarci a costruire iniziative nel nome del comunismo, come lui avrebbe voluto.

I funerali del compagno Enzo Cambi si terranno dopodomani, mercoledì 8 agosto, alle 10.30 presso la camera mortuaria dell’ospedale sant’Andrea e alle 11.00 presso il cimitero dell’Acquasanta, con una cerimonia civile.

A nome della segreteria provniclae di Rifondazione Comunsita e di tutta la federazione spezzina del Prc vanno al figlio Elio e alla sua famiglia le più sincere e commosse condoglianze in questo momento di forte dolore.

Massimo Lombardi

Segretario provinciale Rifondazione Comunista La Spezia

Morte Cristina Pedrazzi, Prc/Fds La Spezia: “Corgoglio per l’ennesima tragedia sul lavoro nella nostra provincia. Questa digrazia non passi in secondo piano”

7 maggio 2012, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Lavoro, Partito, Primo piano

 

In questa delicata giornata elettorale, putroppo va registrata un’altra tragedia sul lavoro nel nostro territorio.

Rifondazione Comunista/Federazione della Sinistra spezzina è profondamente vicina alla famiglia della povera Cristina Pedrazzi, postina investita da un camion pochi giorni fa a Sarzana mentre era al lavoro sul suo scooter di servizio e mai più ripresa dopo essere stata trasportata d’urgenza al Santa Chiara di Pisa. Cristina è morta oggi dopo quattro giorni di agonia.

Un’altra vittima si aggiunge allo sterminato elenco di caduti sul lavoro in Italia e non vorremmo che questa giornata si perdesse solo in commenti post voto, oscurando l’incredibile disgrazia di Cristina e dei suoi cari.

Oggi è una giornata di lutto, perchè un’altra persona è morta lavorando. E non ci sono elezioni che tengono.

Rifondazione Comunista/Federazione della Sinsitra La Spezia

« Pagina precedente