Lombardi: “Delibera di giunta illegittima, la Cernaia non si tocca”

7 aprile 2014, by  
Archiviato in Ambiente, Dalla Provincia, Primo piano

 

Riteniamo assolutamente illegittima la delibera di giunta con cui Federici ha per l’ennesima volta scavalcato una decisione votata dal Consiglio Comunale e siamo intenzionati a impugnarla, segnalando le numerose irregolarità in essa contenute”.

Così Massimo Lombardi, segretario provinciale della Rifondazione Comunista in merito ad una delibera su scalinata Cernaia: “Il consiglio era già intervenuto per sostenere i cittadini e aveva bloccato l’assurdo progetto di cementificazione e smantellamento della scalinata storica della Cernaia già a marzo del 2013. Il Consiglio ha imposto un percorso partecipato, ci sono state riunioni con i tecnici del Comune e il comitato, è stato deciso di salvare le piante e potarle, mentre il sindaco voleva tagliarle. La nostra consigliera Simona Cossu aveva chiesto che fosse applicato lo stesso metodo di confronto coi residenti anche sulla scalinata San Giorgio e questa è la risposta di Federici. La partecipazione per questa amministrazione è una parola vuota ed il messaggio che si vuol dare alla città è “meglio se i cittadini se ne stanno a casa e non s’impicciano delle “cose loro”! Tante parole roboanti e demagogiche sulla partecipazione…. questi, poi, sono i fatti”.

 

Massimo Lombardi,

segretario provinciale Rifondazione Comunista La Spezia