Campagna nazionale per le energie rinnovabili e contro al nucleare

4 dicembre 2010, by  
Archiviato in Appuntamenti, Primo piano

Oggi pomeriggio, sabato 4 dicembre alle ore 15.30, la Federazione della Sinistra della Spezia organizza un banchetto di raccolta firme per la legge di iniziativa popolare contro il nucleare e per la promozione delle fonti rinnovabili.

Il banchetto verrà allestito presso il piazzale antistante la Coop di via Saffi e sarà il primo di una serie di punti di raccolta firme che verranno comunicati nei prossimi giorni fino al 12 dicembre.

La decisione assunta dal Governo Berlusconi ormai al capolinea di procedere alla realizzazione di un
programma nucleare si presenta scientificamente inconsistente, molto costosa e contraddice gli impegni europei. Questa scelta contraddice il referendum popolare del 1987, che ha deciso l’uscita dell’Italia dal nucleare e nessun sondaggio può sostituire il pronunciamento dei cittadini.

L’energia nucleare non è abbondante: essa serve solo a produrre energia elettrica e l’energia elettrica rappresenta nel mondo meno di un terzo del bilancio energetico

L’energia nucleare non è pulita: dosi comunque piccole di radiazioni, sommandosi al fondo naturale di radioattività, possono causare eventi sanitari gravi (tumori, leucemie, effetti sulle generazioni future) ai lavoratori e alle popolazioni, nel funzionamento “normale” degli impianti e, ovviamente, nel caso di incidenti.

L’energia nucleare non è a basso costo: la complessità del ciclo del combustibile, i dispositivi sempre più impegnativi per mitigare l’impatto sanitario degli impianti sono alla base della lievitazione del costo dell’energia prodotta e della situazione di stallo nei paesi più avanzati, che pure avevano perseguito con decisione nel passato questa produzione di energia anche per l’intreccio essenziale con la produzione degli armamenti nucleari.

La Federazione della Sinistra aderisce alla campagna nazionale per le energie rinnovabili e contro al nucleare e invita tutta la cittadinanza spezzina a firmare questo per dare un forte segnale a governo e istituzioni tutte.

Si può aderire all’appello anche via internet dal sito www.oltreilnucleare.it al seguente link:

http://www.oltreilnucleare.it/index.php?option=com_petitions&view=petition&id=22&Itemid=86