Incidente nell’area ex San Giorgio, Rifondazione: “Cordoglio per la morte di Bruno Raddi. Si faccia piena luce sulla dinamica dell”incidente”

6 dicembre 2012, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Lavoro, Partito, Primo piano

 

Ancora un’altra morte sul lavoro nella nostra città e questa volta a farne le spese è stato un operaio di Villafranca che stava lavorando nella ex San Giorgio di via Melara.

Vogliamo soltanto ribadire, e lo faremo all’infinito, che la sicurezza sul lavoro non è un vezzo facoltativo da parte delle aziende e degli stessi lavoratori, ma una condizione obbligatoria sancita da una legge, la ex 626, che va ovunque rispettata in pieno e che invece non viene mai applicata la 100%, nei cantieri, nei porti, nelle fabbriche e in qualsiasi altro luogo dove le persone impiegano il proprio tempo per guadagnarsi da vivere e dove invece sempre più spesso trovano la morte. Alla famiglia del lavoratore caduto va tutto il nostro cordoglio e tutta la nostra vicinanza in queste tragiche e dolorose ore.
Rifondazione Comunista, segreteria provinciale della Spezia

“Vicini a Pietro Tancredi e alla famiglia. Altro gravissimo incidente sul lavoro nel nostro territorio”

15 ottobre 2012, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Lavoro, Partito, Primo piano

 

La federazione provinciale spezzina di Rifondazione Comunista comunica la propria vicinanza e solidarietà alla famiglia e al lavoratore Pietro Tancredi, ennesima vittima di un gravissimo incidente sul lavoro nella nostra provincia, rimasto folgorato nella serata di ieri nei pressi dell’Ipercoop di Sarzana.
In queste ore drammatiche, mentre apprendiamo da fonti di stampa che l’uomo si trova in coma all’ospedale della Spezia, non possiamo non constatare, come troppo spesso facciamo, l’inefficacia delle misure di sicurezza sul lavoro che si intraprendono in ogni ambito lavorativo.
E lo diciamo proprio oggi, 12 ottobre, 62ma giornata nazionale Anmil per gli incidenti sul lavoro che ha visto questa mattina il capo dello stato ricevere al Quirinale una delegazione delle vittime sul lavoro in Italia.

Al di la delle parole di circostanza della massima autorità dello stato sarà difficile che la cultura della sicurezza migliori mentre peggiorano incredibilmente le condizioni economico-sociali e lavorative degli stessi lavoratori per le scelte insensate degli ultimi governi.

Per questo, oltre all’angoscia, c’è sempre molta rabbia nel vedere ancora una volta una vita umana combattere con la morte solo per essere andata a guadagnarsi da vivere.

Rifondazione Comunista, federazione provinciale La Spezia

Vicini a Gianfranco Minetti e alla sua famiglia, basta sangue versato dai lavoratori nella nostra provincia

4 ottobre 2011, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Lavoro, News, Primo piano

 

Il gravissimo incidente sul lavoro di stamattina accaduto presso l’edificio della questura della Spezia pone ancora una volta l’allarme sulla sicurezza sul lavoro nella nostra provincia.

Rifondazione Comunista è vicina in queste ore di sconforto al lavoratore Gianfranco Minetti e alla sua famiglia, augurandogli una pronta guarigione.

Quello che è successo oggi è assurdo, così come sono assurde tutte le morti e gli infortuni avvenuti solo negli ultimissimi anni nel territpori spezzino provincia.

Questo infortunio drammatico avviene proprio nella settimana nazionale sulla sicurezza sul lavoro che domenica 9 ottobre sarà celebrata dalle autorità locali.

Al prefetto Forlani, al questore D’Amato, al sindaco Federici e al presidente Fiasella chiediamo fin d’ora se ritengano vinta la battaglia per la sicurezza di tutti i lavoratori o se c’è ancora, come evidenziano i fatti, ancora molto, troppo, da fare per vincerla.

Non si può ancora aspettare altro sangue versato da uomini che lavorano per vivere.

Rifondazione Comunista – FdS La Spezia