Lombardi: “Sel faccia un passo indietro per farne due avanti insieme”

17 gennaio 2012, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Partito, Primo piano

Da Cittadellaspezia.com del 16/01/2012

Mentre è attesa nel corso della settimana la decisione in merito allo svolgimento delle primarie del centrosinistra, con l’eventuale data di svolgimento, Massimo Lombardi, neo segretario di Rifondazione Comunista, interviene per correggere il tiro in merito ad alcune dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi sulla candidatura di Lorenzo Azzolini e sulle mosse di “Sveglia Spezia”, e per precisare quale sarà il ruolo del suo partito all’interno della galassia del centrosinistra spezzino.

Non ho niente contro Azzolini, Sel o Sveglia Spezia – afferma Lombardi a CDS -. Le mie parole volevano essere un messaggio di non condivisione dei metodi scelti: non c’è stato alcun dialogo interno alla sinistra spezzina, pertanto non possiamo condividere una decisione che abbiamo appreso dai giornali. Ritengo che avremmo dovuto incontrarci, partiti di sinistra e associazionismo, e individuare un candidato, possibilmente della società civile. La candidatura non può essere autoreferenziale all’appartenenza ad un partito, ma una scelta di tutto il movimento. Così facendo le primarie non sono un arricchimento. Inoltre la mossa di Azzolini lascia a Rifondazione, Comunisti italiani e Psi due sole possibilità, che reputo entrambe non azzeccate: possiamo arroccarci su Federici, oppure polverizzare lo scenario con un’altra candidatura, con equilibri da individuare“.

Le possibilità, in effetti, si riducono a questo. Quindi che cosa pensate di fare?
Chiediamo a Sel e ad Azzolini di fare un passo indietro per farne due avanti insieme, incontrandoci e discutendo il da farsi. Se le primarie non ci saranno avremo lavorato su contenuti condivisi, se invece si deciderà di farle potremo fare una sorta di cartello delle forze di sinistra, sociale e politica, e proporre un candidato che sia più forte e possa dare più significato al confronto con Federici“.

Voi, come partito, rimanete all’interno della coalizione che è al governo al momento, ma non nascondete un occhio critico nei confronti dell’operato del sindaco.
Dobbiamo essere la sentinella rossa sul territorio. Portare all’attenzione del sindaco e della giunta istanze anche scomode, per spostare a sinistra la coalizione, non solo sull’ambiente, sulla questione Enel, ma anche sul waterfront, sul lavoro e sulla partecipazione, che troppe volte è rimasta sulla carta e non è stata applicata nel concreto“.

Massimo Lombardi: “Una nuova segreteria per proseguire le lotte a tutto campo di Rifondazione Comunista”

16 gennaio 2012, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Partito, Primo piano

 

E’ stata presentata lo scorso sabato mattina nella sede di Rifondazione Comunista spezzina la nuova segreteria provinciale del neo segretario Massimo Lombardi, eletto nei giorni scorsi dal Comitato Politico Federale del Prc.

Una composizione in continuità con la precedente segreteria, ricca di giovani e giovanissimi elementi oltre ai “giovani dentro” come il comandante partigiano Luigi Fiori, 92 anni, nominato Presidente onorario del partito con la delega speciale all’antifascismo “Ieri e oggi“.

Un primo segnale importante lanciato alla società civile e alla Sinistra tutta: non si può fare a meno dall’antifascismo militante e dai valori fondanti della Resistenza partigiana il cui messaggio deve continuare ad essere trasmesso alle nuove generazioni.

Lombardi ha ringraziato in particolare la segretaria uscente Chiara Bramanti il cui preziosissimo lavoro nei tre anni precedenti in un periodo di grande difficoltà del partito a livello nazionale ha riattivato l’azione politica di Rifondazione sul territorio spezzino dando sempre gambe alle numerose istanze del Prc fuori e dentro le istituzioni, a partire dalla lotta per i beni comuni e l’aqua pubblica.

Sei elementi su dieci sono reduci dalla segreteria precedente: Massimo Carosi, Luca Marchi, Paolo Magliani, William Domenichini e Jacopo Ricciardi. Tra le new entry i nomi di Antonella Guastini alle politiche del lavoro,  Sara Zolesi alla tesoreria, Diego Ravera alle politiche sociali e del non ancora ventenne Filippo Vergassola come responsabile scuola, università e conoscenza.

Infine invitati permanenti, oltre agli assessori del territorio e al presidente onorario Fiori, saranno il responsabile giustizia Rosario Conte, la responsabile pace, migranti e associazionismo Giulia Sergiampietri e la responsabile diritti civili e Glbtq Serena Lombardi.

Lotta senza quartiere alle politiche governo Monti e difesa dei diritti dei lavoratori e delle fasce deboli saranno i pilastri dell’azione politica della segreteria che, a livello locale, intende tradurli con la preziosa interlocuzione dei comitati cittadini e di tutta la società civile, oltre ovviamente agli alleati del centrosinistra la cui discussione sulle primarie per il capoluogo spezzino resta aperta. In ogni caso Rifondazione è pronta a fare la sua parte con un ruolo da protagonista sul dibattito sul futuro della città.

Di seguito i nominativi e i ruoli della nuova dirigenza:

Segreteria Provinciale

Massimo Lombardi, Segretario provinciale, Responsabile Enti locali, Sanità, Cultura

Luca Marchi, Responsabile Organizzazione

Jacopo Ricciardi, Responsabile Movimenti, Osservatorio sulla repressione, Rapporti con la stampa

William Domenichini, Responsabile Beni comuni, Ambiente e territorio, Democrazia partecipata

Diego Ravera, Responsabile Politiche sociali

Filippo Vergassola, Responsabile Scuola, Università e Conoscenza

Massimo Carosi, Responsabile Partito sociale, Cooperazione internazionale

Paolo Magliani, Responsabile Comunicazione, Propaganda e Sicurezza sul lavoro

Antonella Guastini, Responsabile Politiche del lavoro

Sara Zolesi, Tesoriera

Invitati permanenti

Luigi Fiori, Presidente onorario, Responsabile Antifascismo ieri e oggi

Rosario Conte, Responsabile Giustizia

Giulia Sergiampietri, Responsabile Migranti, Pace, Associazionismo

Serena Lombardi, Responsabile Diritti civili, Glbtq

 

Rifondazione Comunista, federazione provinciale La Spezia

Primarie Spezia, Lombardi (Prc/Fds): “No a candidature autoreferenziali, si al confronto con la sinistra sociale e politica”

 

La candidatura alle primarie del segretario di Sel per la corsa al sindaco della Spezia non ci ha sorpreso, ma sicuramente non abbiamo trovato condivisibili le modalità e i contenuti espressi dall’appello del comitato “Sveglia Spezia” che lo ha lanciato. Non siamo contro alle primarie tout-court, non le riteniamo necessarie nel Comune della Spezia, ma ci opponiamo al metodo assolutamente poco lineare di tale forza politica e agli argomenti posti pubblicamente dall’appello.

Anzitutto va ricordato che si tratta di una scelta autoreferenziale in funzione dell’esclusiva visibilità di Sel che, decidendo tutto in casa propria e candidando addirittura il suo segretario, ha impedito di fatto che le forze alla sinistra del Pd si potessero confrontare e dall’esito esprimessero una candidatura eventualmente unitaria e alternativa a quella di Federici. Una candidatura che fosse non solo espressione dei partiti ma dell’intera città e che potesse unire sugli obiettivi indicati. Strano che una forza che dichiara a più riprese l’unità a sinistra agisca totalmente come corpo estraneo senza rapporti ne con gli alleati ne con le importanti forze civiche rappresentate dai comitati come ad esempio “Spezia via dal Carbone” e i “Murati Vivi”, la cui interlocuzione riteniamo fondamentale.

Inoltre in questi cinque anni Spezia ha dimostrato a più riprese di essere piuttosto sveglia e molto del merito è dovuto all’ottimo lavoro politico di una forza come la Federazione della Sinistra sia in giunta che in consiglio comunale. La lotta per i beni comuni e in particolare per l’acqua pubblica, che ci ha visto in prima linea da subito sia nella raccolta delle firme (certamente non da soli ma all’interno dell’importante coagulo di forze rappresentate dal Comitato per l’acqua pubblica) per il referendum, poi nella battaglia referendaria attraverso la “Banda del Quorum”, si è conclusa vittoriosamente con l’avvio della pubblicizzazione del gestore Acam e lo stop alla fusione con la multiutility Hera nella piena garanzia dei lavoratori.

Anche sulla green economy forse Sel dimentica che è stata Rifondazione Comunista e la Federazione della Sinistra a far approvare in consiglio comunale, primo comune capoluogo italiano, la mozione “Rifiuti Zero” che impone la raccolta differenziata come unico metodo di uscita per chiudere il ciclo dei rifiuti senza danneggiare la salute pubblica.

Per tali motivi riteniamo non condivisibili il percorso e le modalità posti alla cittadinanza da Sel nella presentazione del proprio candidato alle primarie e annunciamo fin d’ora di non sostenere la candidatura, ma riteniamo opportuno aprire un confronto serio, aperto ed inclusivo con la sinistra sociale e politica della città valutando tutte le possibilità di partecipare alle primarie per il candidato sindaco di Spezia, qualora questa strada fosse decisa in maniera unanime da tutti i componenti della coalizione.

Massimo Lombardi, segretario provinciale Prc/Fds La Spezia

Massimo Lombardi nuovo segretario provinciale Prc: «In lotta al fianco dei lavoratori e a difesa del diritto alla casa»

27 dicembre 2011, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Partito, Primo piano

 

Massimo Lombardi è il nuovo segretario provinciale di Rifondazione Comunista della Spezia. Lo ha deciso il voto del comitato politico federale del partito che ha scelto il successore della segretaria uscente Chiara Bramanti a seguito del congresso provinciale avvenuto nei giorni scorsi.

Quarantatre anni, sposato, due figli, avvocato penalista molto noto in città, Lombardi è stato consigliere comunale della Spezia dal 2007 al 2009 e candidato nel collegio spezzino a sostegno di Claudio Burlando per la Federazione della Sinistra alle elezioni regionali del 2010 dove ottenne 1396 preferenze.

Personalità molto vicina al mondo dei movimenti spezzini, dell’associazionismo e della tifoseria dello Spezia calcio, Lombardi è il figlio di Aldo, storico segretario di Rifondazione Comunista scomparso prematuramente nel 2005.

Tra i primi obbiettivi del nuovo segretario, oltre all’opposizione al governo Monti, «la centralità della lotta dei lavoratori e dei pensionati in questo momento di grave crisi economica e la difesa del diritto alla casa».

La composizione della nuova segreteria che affiancherà Lombardi verrà resa nota nelle prossime settimane.

 Rifondazione Comunista, Federazione provinciale della Spezia

Lombardi: “Il prefetto deroghi la norma che non consente l’accquisto dei biglietti agli abbonati, in solidarietà alla popolazione colpita dall’alluvione”

30 ottobre 2011, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Partito, Primo piano

Chiedo al Prefetto della Spezia di derogare la norma che non consente l’accquisto dei biglietti agli abbonati per la partita di domenica Spezia-Portogruaro.
Invito i tifosi (di curva, gradinata e tribuna) ed i non tifosi ad acquistare il biglietto per la partita di domenica il cui ricavato sarà devoluto alla popolazione spezzina colpita dall’alluvione.
Non è una questione di destra o sinistra: invito tutte le forze politiche ad aderire, per la nostra gente, per la nostra città.
Massimo Lombardi, segreteria provinciale Prc La Spezia

Collegato Lavoro: PRC La Spezia offre aiuto e consulenza gratuita ai precari spezzini

4 gennaio 2011, by  
Archiviato in Appuntamenti, Primo piano

Oggi, martedì 4 gennaio 2011, dalle 18 alle 20 in via Lunigiana 545,secondo appuntamento con lo sportello gratuito di aiuto ai lavoratori precari, offerto dalla federazione spezzina di Rifondazione Comunista fino al 21 gennaio 2011, data ultima per l’impugnazione dei ricorsi in seguito alla nuova vergognosa legge sul Collegato Lavoro, voluta dal governo Berlusconi.

Anche alla Spezia si deve fare in fretta: l’importantissima iniziativa viene attuata in difesa delle categorie lavorative e più a rischio, quelle dei precari, colpiti anche dalla scarsissima informazione circolante sul Collegato Lavoro, ultima vergognosa trovata di questa destra padronale e berlusconista.

Infatti uno degli aspetti particolarmente gravi del Collegato Lavoro è la modifica del regime delle decadenze, cioè dei termini entro i quali può essere impugnato un contratto di lavoro. Diversamente da quanto avviene per altri gravissimi aspetti del Collegato Lavoro, si tratta di norme immediatamente operative, che entreranno in vigore cioè 15 giorni dopo la pubblicazione, avvenuta il 9 novembre scorso, del Collegato Lavoro sulla Gazzetta Ufficiale.

Fino alla sua entrata in vigore era possibile impugnare i contratti di lavoro precari e contestarne le irregolarità, successivamente alla scadenza del contratto senza limiti di tempo. In questo modo si garantiva la particolare situazione dei lavoratori precari che alla scadenza di un rapporto di lavoro, sperano prima di tutto in una riconferma e fanno causa solo se questa non c’è. Il Collegato Lavoro, introducendo termini rigidissimi, si presenta invece come una sorta di “sanatoria permanente” rispetto agli abusi dei datori di lavoro.

Ed è di estrema gravità che questi termini valgano, anche retroattivamente, per i rapporti di lavoro già scaduti. In sostanza quando la legge entrerà in vigore, centinaia di migliaia di lavoratori precari, che avrebbero potuto fare causa senza limiti di tempo, contestando le irregolarità del loro rapporto di lavoro, se non agiranno entro 60 giorni, verranno privati per sempre di questo diritto.

Per questo motivo la Federazione della Sinistra e Rifondazione Comunista della Spezia hanno organizzato quattro appuntamenti per ogni martedì pomeriggio dalle 18 alle 20 a partire dal 28 dicembre 2010.

I lavoratori saranno ricevuti dai legali di Rifondazione Comunista, gli avvocati Rosario Conte e Massimo Lombardi, che offriranno loro consulenza gratuita presso la sede della federazione provinciale del PRC di via Lunigiana 545 alla Spezia.

Questi gli orari e le date di apertura dello sportello:

  • Martedì 4 gennaio 2011 ore 18-20
  • Martedì 11 gennaio 2011 ore 18-20
  • Martedì 18 gennaio 2011 ore 18-20

Rifondazione comunista incontra i cittadini a Volastra: Cinque Terre, tra passato e presente

18 dicembre 2010, by  
Archiviato in Appuntamenti, Primo piano

Martedi 21 dicembre, ore 17 al Circolo ARCI di Volastra, la federazione spezzina di Rifondazione Comunista incontra i cittadini di Riomaggiore in un incontro in cui il partito vorrà confrontarsi a partire da ciò che è successo per capire meglio il presente e gettare le basi per un futuro migliore.

Cinque Terre, tra passato e presente

Le Cinque Terre, Riomaggiore sono un patrimonio inestimabile di donne, di uomini, di lavoratori e di ambiente. Le vicende giudiziarie che hanno coinvolto il parco delle Cinque Terre ed il comune di Riomaggiore hanno imposto alla politica un necessario momento di riflessione nei rapporti tra cittadini ed istituzioni, rapporti che si sono rilevati logori e incancreniti da prassi a dir poco deprecabili.

Ecco perchè Rifondazione Comunista della Spezia ritiene fondamentale ripartire dal confronto con la gente, con i cittadini riomaggioresi per gettare le basi di un cambiamento sostanziale e radicale del modo di fare politica nei territorio, partendo dall’elemento che in questi anni è stato posto sotto sequestro: la partecipazione.

Interverranno

Sergio Olivieri
(segretario regionale PRC Liguria)

William Domenichini
(responsabile Ambiente PRC la spezia)

Massimo Lombardi
(responsabile Movimenti PRC la spezia)

Il Parco delle Cinque Terre tra passato, presente e futuro

7 dicembre 2010, by  
Archiviato in Appuntamenti, Primo piano

Sabato 11 dicembre 2010 dalle ore 9.30 alle ore 13.00 presso il Centro “Salvador Allende” alla Spezia

La bufera giudiziaria che ha decapitato la dirigenza del parco, mettendo a nudo l’illegalità, la corruzione e gli abusi di potere presenti, impone una riflessione anche a chi, come noi, denunciava da anni questa situazione. Pensiamo che sia giunto inoltre il momento di aprire un confronto con chi in buona fede si è trovato su posizioni diverse dalle nostre.

Sarà l’occasione per riflettere sul passato, per individuare gli obiettivi e le scelte di oggi e per mettere le basi per riprogettare il futuro di questo territorio.

Introduce, coordina e conclude Guido Pollice, presidente nazionale VAS.

Intervengono:

  • Massimo Lombardi, avvocato, su: Risvolti istituzionali della vicenda, analisi delle responsabilità, ripristino della legalità e del rispetto delle regole;
  • Marco Grondacci, esperto di diritto ambientale, su: Piano del parco in esercizio provvisorio da oltre dieci anni. Come dotare il parco del suo fondamentale strumento urbanistico, ma senza scorciatoie e con la partecipazione dei cittadini del territorio, attivando a tale scopo gli strumenti necessari;
  • Alessandra Fava, giornalista, su: Mancanza di trasparenza istituzionale; ruolo dei media tra accondiscendenza colpevole e difficoltà d’accesso alle informazioni;
  • Roberto Lamma, avvocato, su: I lavoratori del parco – legge calpestata, discriminazione dei diritti d’accesso, rispetto della legislazione corrente;
  • Claudio Frigerio, presidente “AmbientalMente”, su: Tutela del territorio. Da una costosa politica d’immagine ad una vera politica dove agricoltura, assetto idrogeologico e tutela del paesaggio vengano assunti come tre aspetti di un unico problema.

Dal 22 al 25 luglio, Festa provinciale di Liberazione a Falconara!

19 luglio 2010, by  
Archiviato in Appuntamenti, Partito, Primo piano

 

Al via in settimana la prima festa di Liberazione dell’estate 2010. Da giovedì 22 a domenica 25 luglio, presso il bellissimo parco pubblico di Falconara di Lerici, la federazione spezzina di Rifondazione Comunista organizza quattro giorni di incontri, dibattiti, cultura, musica e buona cucina con al centro il lavoro e la politica, non solo spezzina ma anche nazionale.

Si parlerà di violenze di stato, crisi ambientale, referendum sull’acqua pubblica e situazione Acam tra gli argomenti di discussione. Giovedì 22 verrà presentato il libro “Zona del silenzio, una storia di ordinaria violenza” di Checchino Antonini, giornalista di Liberazione, sulla morte del giovanissimo Federico Aldrovandi. Sabato ampio dibattito sulla realtà spezzina con ospiti il sindaco della Spezia Massimo Federici, il segretario provinciale CGIL Lorenzo Cimino e l’asssessore regionale al lavoro Enrico Vesco. Le serate di venerdì e sabato vedranno di scena due band locali con le cover rock anni ’70 dei Blake e il concerto dei Four Friends in memoria del compianto Italo Vetrala, a vent’anni dalla sua prematura scomparsa.

Il menu prevede tutte le sere dalle 19 piatti tipici locali. Domenica 25 la cucina sarà aperta anche a pranzo.

Ecco il programma:

GIOVEDI 22 LUGLIO
Ore 21.00 – Presentazione del libro:  “Zona del silenzio, Una storia di ordinaria violenza italiana“, La storia della morte di Federico Aldrovandi

Intervengono

Checchino Antonini – Autore del libro e giornalista di Liberazione

Anna Belligero – Portavoce nazionale Giovani Comuniste/i

Domenico Chionetti – Comunità di san benedetto al porto di Genova

Coordina Massimo Lombardi – Responsabile movimenti PRC La spezia

VENERDI 23 LUGLIO
Ore 18.30 – Aperitivo ecosostenibile e Tavola rotonda: “Crisi sociale e ambiente. pensiamo globale, agiamo locale!

Ne parliamo con

Verusckha Fedi – Assessore all’Ambiente Lerici

Ciro Pesacane – Presidente Nazionale Forum Ambientalista

Coordina William Domenichini – Resp.Ambiente PRC La Spezia

SABATO 24 LUGLIO
Ore 18.30 – Dibattito: “Uscire dalla crisi: con quale modello di società?

Intervengono

Massimo Federici – Sindaco della Spezia

Nicola Nicolosi – Segreteria nazionale CGIL

Lorenzo Cimino – Segretario generale Camera del lavoro La Spezia

Matteo Gaddi – Responsabile Nazionale PRC Progetto Nord

Enrico Vesco – Assessore regionale Attività produttive, Lavoro e formazione

Coordina Maurizio Fontana – Responsabile Lavoro PRC La Spezia

Ore 21.30 – Marco Ursano, Giornalista/Scrittore: A 20 anni dalla scomparsa ricorda l’amico e compagno Italo Vetrala

Ore 22,00 – Concerto dei Four Friends

DOMENICA 25 LUGLIO
Ore 18.30 – Dibattito: “Le privatizzazioni tutelano i diritti dei lavoratori?

Intervengono

Rino Tortorelli – Comitato Referendario Acqua Pubblica La Spezia

Matteo Gaddi – Responsabile Nazionale PRC Progetto Nord

Paolo Garbini – Presidente ACAM

Simona Cossu – Capogruppo PRC Comune della Spezia

Coordina Chiara Bramanti – Segretaria PRC La Spezia

Tutte le sere dalle ore 19.00 si potranno degustare i piatti tipici locali.
Venerdì 23 Luglio stoccafisso.
Domenica 25 Luglio cucina aperta anche a pranzo.

Festa di Liberazione a Bottagna

30 giugno 2010, by  
Archiviato in Appuntamenti, Primo piano

Dal  2-3-4  Luglio, replica il 9-10-11  ed il 16-17-18  Luglio presso il Parco Fluviale di Bottagna, si terrà la Festa di Liberazione organizzata dal circolo “XXV aprile – Aldo Lombardi”.

Specialità di Mare e di Terra, la domenica cucina aperta anche a Pranzo.
Tutti i sabati e le domenica si balla con Dj Menegatti

Venerdi 2 luglio e Venerdi’ 16 Luglio esibizione della scuola di canto “La Voce” e dibattiti!

  • Venerdi’ 2 Luglio ore 17:30, iniziativa pubblica  G8: La democrazia violata

Intervengono:
Giorgio Bonamassa – Avvocato Genoa Legal Forum
Alfio Nicotra – Direzione Nazionale di Rifondazione Comunista
Daniela Torro – Avvocato Genoa Legal Forum
Giuliano Giuliani – Padre di Carlo

Coordina Rosario Conte – Segreteria Provinciale Prc La Spezia

  • Venerdi’ 9 Luglio ore 17:30 – Iniziativa pubblica “Loro la crisi,noi la soluzione” esperienze contro la crisi a confronto.

Coordina Serena Lombardi – Gap La Spezia

Intervengono:
Anna Vespa – Gas La Spezia
Massimo Lombardi – Segreteria Provinciale Prc
Laura Jacopini – Spaccio Popolare “Ernesto Cheguevara” Viareggio
Francesco Piobbichi – Responsabile Nazionale Partito Sociale Prc/Se

Molti di quelli che reclamano più “legalità” pensano che ci sia bisogno di più carcere duro (41bis), più ergastoli, più operazioni di polizia. Più legge, più ordine. E’ questa la bussola interpretativa dell’opposizione a Berlusconi? Io continuo a pensata alla Brecht, secondo cui chi fonda una banca è più criminale di chi la rapina.

« Pagina precedentePagina successiva »