Lombardi: “Dobbiamo riportare alle urne gli elettori di sinistra”

Parla il segretario provinciale di Rifondazione, candidato per Rete a sinistra a sostegno di Pastorino. Con lui anche il leader nazionale Paolo Ferrero

Gioia e commozione, ieri, nel corso della visita che il segretario nazionale di Rifondazione Comunista Paolo Ferrero e il segretario provinciale Massimo Lombardi hanno portato al comandante partigiano Luigi Fiori ricoverato nella Rsa Mazzini. Pochi minuti nei quali l’anziano combattente ha mostrato grande sorpresa e soddisfazione per la presenza di Ferrero, giunto alla Spezia per sostenere la candidatura di Lombardi nella lista di Rete a Sinistra.
Nel replicare alle accuse che Raffaella Paita ha lanciato nei giorni scorsi affermando che in Liguria sia in atto un disegno per dare una spallata al governo Renzi, attraverso la candidatura del fuoriuscito Luca Pastorino, Ferrero ha dichiarato a Cds: “Non è un problema di spallate, ma di costruire un governo alternativo a questo Pd che tra la questione democratica, quelle del lavoro (dove sta attuando le politiche di Berlusconi e di Confindustria) e la questione morale, della quale in Liguria siete ben informati, è una cosa inguardabile. Dobbiamo proporre qualcosa di che vada oltre le politiche neoliberiste e dell’austerity che stanno distruggendo l’occupazione: in Liguria ci vuole un piano per crearne attraverso la lotta al dissesto idrogeologico e rilanciare la cantieristica“.
Per unire la sinistra ci volevano personaggi come Matteo Renzi o Raffella Paita?
Nel momento in cui il Pd sceglie con tragica nettezza un profilo moderato, se non di destra, tutti i distinguo vengono a cadere. Ci eravamo divisi sulla possibilità di fare o meno accordi con il Pd, ma oggi questi problemi sono venuti meno: la strada di Renzi è chiara, contro il sindacato e i lavoratori. C’è molto convincimento sul fato che dobbiamo lavorare uniti per recuperare il nostro spazio, non si può lasciare il panorama politico nelle mani di Renzi e Salvini“.
Nel panorama, nazionale e regionale c’è anche il Movimento cinque stelle…
Grillo ha avuto una enorme possibilità dopo aver preso il 25 per cento dei voti. La stessa percentuale l’aveva raggiunta il Pci di Togliatti, ma lui cambiò l’Italia, i grillini non hanno fatto niente. Noi siamo per una sinistra che proponga alternative alle scelte sbagliate del governo, non si può solo protestare a botte di vaffa, bisogna fare le cose“.La parola è quindi passata a Massimo Lombardi, con il quale Ferrero ha fatto anche visita al vicino monumento in ricordo di Peppino Impastato.
Abbiamo la possibilità di intercettare una parte importante dell’elettorato di sinistra –ha detto sicuro il segretario spezzino – e ricreare i presupposti di un movimento unito. Più che ad erodere voti al M5S o al Pd dovremo badare a riportare alle urne tutti coloro che in questi anni sono rimasti a casa, delusi. Come Rete a sinistra non abbiamo presupposti meramente elettorali, ma vogliamo influenzare la politica ligure in modo positivo“.
Però puntate ad un buon risultato per il 31 maggio. E’ possibile quantificarlo?
Sarebbe importante avere un gruppo di consiglieri che possa influenzare le politiche nei settori più importanti della politica regionale. Sarebbe importante non avere solamente un ruolo testimoniale“.
A quali temi pensate?
Abbiamo un enorme problema occupazionale e crediamo che si possa mitigare affrontando in maniera intelligente anche un altra grave piaga della nostra regione, quella del dissesto. Non bisogna solamente attuare politiche che riducano la cementificazione, ma anche investire direttamente nella lotta al dissesto idrogeologico, senza ridursi sempre ad agire in emergenza“.Come valuta la scelta dell’Altra Liguria, di correre con una lista e un candidato differenti?
Su tantissimi temi abbiamo una visione comune. Sino all’ultimo abbiamo cercato di ricomporre tutta la sinistra in un corpo solo, plurale, ma unito. Abbiamo attraversato un percorso tortuoso e ora le strade sono divise, ma dovremo recuperare la sintonia e le sinergie su molti temi”.
www.cittadellaspezia.com