Vergassola: “La regione Liguria finanzia borse di studio, il governo Monti le spese militari”

25 febbraio 2012, by  
Archiviato in Dall'Italia, Partito, Primo piano

 

Appprendiamo con soddisfazione la dichiarazione dell’assessore regionale all’istruzione e formazione Rossetti che comunica lo stanziamento di oltre 1 milione di euro per le borse di studio relative all’iscrizione e frequenza alle scuole primarie e a quelle secondarie di primo e secondo grado per l’anno scolastico 2010/2011.

Un segnale molto importante che arriva dalla Regione soprattutto in quanto rivolto alle famiglie numerose e a quelle con figli disabili, con la detrazione dell’indicatore ISEE. Con molta meno soddisfazione invece siamo costretti a commentare l‘ennesima presa in giro del governo Monti agli studenti, ai genitori e ai docenti.

Infatti invece che tagliare le spese militari e recuperare fondi dai capitali scudati, il ministro Profumo, nell’incontro con gli assessori regionali all’istruzione che si è tenuto il 24 gennaio scorso, ha ribadito la necessità di dare puntuale attuazione del piano di dimensionamento al fine di realizzare i risparmi di bilancio previsti dalla manovra finanziaria di luglio 2011.

Tradotto? Le ragioni di bilancio prevalgono sulla qualità dell’istruzione e, secondo l’informativa del MIUR (Ministero Istruzione Università Ricerca) sono a rischio chiusura circa 1300 scuole.

Ci auguriamo che questa iniziativa della Regione Liguria porti il Ministro a fare qualche riflessione sul fatto che le politiche scolastiche si possano e si debbano, oggi più che mai, attuare in ben altra direzione rispetto a quella che che lui e il governo di cui fa parte stanno prendendo.


Filippo Vergassola
responsabile provinciale Scuola e Università Prc/Fds La Spezia