Lombardi: “Sbloccare subito i pagamenti per la Cig e la mobilità in deroga, al fianco dei lavoratori in lotta”

13 febbraio 2013, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Lavoro, Partito, Primo piano

 

Venerdì scorso si è svolto, presso la sede INPS spezzina, un presidio spontaneo ed auto organizzato di lavoratori in cassa integrazione e mobilità in deroga, cui sono stati bloccati i pagamenti del mese di gennaio su direttiva del Ministero del Lavoro, lasciando senza protezione sociale i lavoratori che hanno maturato il diritto ai trattamenti in deroga nel 2012. E lanciando un pesante allarme per la situazione relativa al 2013, riproponendo in maniera forte e drammatica il problema della relativa copertura finanziaria.

Una delegazione di Rifondazione Comunista/Rivoluzione Civile guidata dal Segretario Provinciale Massimo Lombardi ha partecipato attivamente al presidio, esplicitando in tal senso la propria vicinanza e solidarietà ai lavoratori, sulla cui pelle si tenta, per l’ennesima volta, di far cassa.

Rifondazione Comunista sottolinea come il governo Monti-Berlusconi-Bersani attui politiche a danno dei lavoratori, dei precari, dei soggetti in difficoltà, forte con i deboli ed incapace di andare ad incidere sui grandi patrimoni, l’evasione fiscale, le rendite finanziarie.

Massimo Lombardi

Segretario provinciale di Rifondazione Comunista La Spezia

Noi 10 euro, loro 4 miliardi: Prc La Spezia: “Solidarietà ai lavoratori in protesta all’INPS. Monti-Fornero vergogna!”

30 gennaio 2013, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Lavoro, Primo piano

 

Questa mattina i lavoratori in mobilità spezzini hanno protestato davanti agli uffici dell’INPS di via Mazzini a causa della somma di 10 (!) euro di paga del mese incredibilmente accreditata sul proprio conto a causa dell’assurda decisione del Ministero del Lavoro diretto da Elsa Fornero. I lavoratori, uniti in un comitato, la ritengono una ridicola elemosina di uno stato che continua a colpire le fasce più deboli della popolazione.


Rifondazione Comunista della Spezia ha manifestato al loro fianco
condividendo completamente le ragioni della protesta. E’ l’ennesimo scandalo del governo Monti che da un lato offre 4 miliardi (!) di euro alla Monte dei Paschi per salvare una banca privata da un fallimento certo, causato da corruzione e incapacità, e dall’altro letteralmente affama e umilia i propri cittadini che, privati del proprio lavoro, devono pure vedersi beffati e oltraggiati da simili decisioni.

Stiamo con questi lavoratori, stiamo con tutti i cittadini spremuti da Monti e dalle banche, siamo per un’Italia che metta al centro la vita delle persone comuni e non delle fondazioni bancarie.

E’ ora di riprenderci in mano il nostro presente, è ora che INPS e governo agiscano in favore dei lavoratori e dei cassaintegrati perché è in ballo la sopravvivenza e la vita delle persone.

 

Rifondazione Comunista, federazione provinciale La Spezia

Vergassola: ”Rifondazione partecipa alla fiaccolata per la scuola pubblica”

15 dicembre 2012, by  
Archiviato in Appuntamenti, Dalla Provincia, Partito, Primo piano

Rifondazione Comunista parteciperà alla fiaccolata in difesa della scuola pubblica organizzata dalla Flc Cgil per venerdì 14 dicembre alle ore 18. Come sempre ci schieriamo a fianco di studenti docenti e di tutto il personale di settore che da troppo tempo è costretto a subire le scellerate e folli scelte politiche dei governi.
Infatti ieri la riforma Gelmini e oggi (fortunatamente ancora per poco) il governo Monti, hanno portato avanti una vera e propria opera di distruzione della scuola pubblica, dell’istruzione, del mondo della conoscenza in generale.
Rifondazione Comunista appoggia, come del resto sempre ha fatto, ogni forma di protesta volta a chiedere un cambiamento di rotta e, come anche le vicende degli ultimissimi giorni hanno dimostrato, fattivamente e in modo concreto è al fianco degli studenti e delle loro problematiche quotidiane. Da un anno a questa parte ci battiamo contro questo governo e contro le sue politiche demenziali, sostenute dal Pdl, dall’Udc e, anche senza ormai più troppa sorpresa, dal Partito Democratico.
Per tutte queste ragioni noi ci saremo, come del resto ci siamo sempre stati. Con i fatti concreti, non con le parole di chi sostiene di volere la scuola pubblica ma al contempo sostiene il governo che la sta privatizzando.
Filippo Vergassola
responsabile scuola e università Prc La Spezia

Mobilitazione nazionale sindacati inquilini, Prc La Spezia: “Abbassare gli affitti per fermare gli sfratti”

26 ottobre 2012, by  
Archiviato in Appuntamenti, Dalla Provincia, Partito, Primo piano

 

Oggi, 26 ottobre 2012, è cominciata in tutta Italia una mobilitazione unitaria dei sindacati inquilini contro la politica del governo e per chiedere alcune misure urgenti per affrontare almeno gli aspetti più devastanti  della condizione abitativa nel nostro Paese.

Rifondazione Comunista della Spezia, dopo il presidio organizzato il 10 ottobre scorso, giornata mondiale sfratti zero, ha aderito stamani all’iniziativa, che nelle nostra città si è realizzata alle 10 in un presidio davanti alla prefettura spezzina.

La piattaforma unitaria dei sindacati inquilini chiede cose semplici ma forti e, in qualche caso, radicali: rinnovo della proroga degli sfratti e la sua estensione alla morosità; il rifinanziamento del fondo sociale per l’affitto; la forte penalizzazione fiscale per le case sfitte; la possibilità per gli inquilini di detrarre il 19% dell’affitto pagato dalla denuncia dei redditi; una “inversione a u” rispetto alla cedolare secca per rendere convenienti i canoni concordati; la lotta senza quartiere al canone in nero; un intervento straordinario per aumentare la disponibilità di alloggi popolari per i comuni; l’individuazione, a partire dalla legge di stabilità, di una postazione di bilancio per l’edilizia residenziale pubblica.

Rifondazione evidenzia la connessione tra la giornata di lotta del 10 ottobre, che è stata un grande successo, e quelle del 26 ottobre e del 16 novembre prossimi. E per noi, almeno, non finisce lì: saremo domani 27 ottobre a Roma al “No Monty day” e parteciperemo alla campagna referendaria contro le manomissioni all’articolo 18 e alla raccolta firme per la proposta di legge sul Reddito Minimo Garantito.

Pensiamo, infatti, che un vero movimento per l’abitare debba ripercorrere, in maniera originale, quello che è stato il cammino del movimento per l’acqua pubblica, riuscendo a costruire una connessione tra movimenti, comitati di base, organizzazioni sindacali e sociali, amministrazioni che si distinguono per buone pratiche.

Rifondazione Comunista, federazione provinciale La Spezia

Sabato 27 tutti a Roma per il “No Monti day”. Da Spezia un pullman per gridare stop al massacro sociale ordinato dalla Bce

19 ottobre 2012, by  
Archiviato in Appuntamenti, Dalla Provincia, Partito, Primo piano

Questa mattina, di fronte alla sede spezzina della Banca d’Italia, i dirigenti di Rifondazione Comunista hanno lanciato la campagna di adesione al “No Monty day”, grande manifestazione nazionale di protesta che si terrà a Roma sabato 27 ottobre a partire dalle 14.30. Un luogo altamente simbolico, già utilizzato un anno esatto fa per la consegna della famosa “lettera di risposta alla Bce” che Rifondazione consegnò nelle mani del direttore per rispondere provocatoriamente alla famigerata missiva della Bce al governo italiano, nella quale si chiedevano sacrifici estremi, puntualmente realizzati dal governo Monti ai danni dei semplici cittadini, lavoratori e pensionati.”Sarà una manifestazione nazionale di protesta contro le politiche massacranti del governo Monti -ha affermato il segretario regionale Prc Liguria Sergio Olivierie contro la troika firmata Merkel-Bce-Fmi che strozza i popoli europei riducendoli alla fame e alla disperazione, come vediamo in in Grecia, Portogallo e Spagna. Anche in Italia occorre mobilitarsi contro le politiche ultraliberiste che si continueranno a sostenere anche in futuro, pure dopo le elezioni, quale sia il nome che andrà a governare il Paese“.”Dobbiamo essere in massa in piazza a Roma per gridare il nostro dissenso contro chi sta riducendo alla povertà il popolo italiano” -ha dichiarato il segretario provinciale Prc La Spezia Massimo Lombardi per questo anche dalla nostra città partirà un pullman che stiamo allestendo in questi giorni, pieno di giovani, studenti, lavoratori e pensionati. E’ importante la presenza massiccia da tutta Italia per fermare questo scempio sociale”.

Sono ancora disponibili gli ultimi posti per il pullman -ha annunciato Luca Marchi, responsabile organizzazione Prc La Spezia- “le prenotazioni si possono effettuare contattando telefonicamente o via internet o facebook la nostra federazione provinciale. L’orario di partenza sarà alle 6 a Sarzana in piazza Martiri della Libertà e alle 6.30 dal Palazzetto dello Sport della Spezia“.

Rifondazione Comunista La Spezia

Solidarietà a Luca Abbà e ai No Tav Val di Susa. Oggi alle 17.30 alla Spezia presidio in Corso Cavour

27 febbraio 2012, by  
Archiviato in Appuntamenti, Dall'Italia, Primo piano

 

Oggi pomeriggio alle 17.30, presso il banchetto permanente della Federazione della Sinistra della Spezia in Corso Cavour angolo via Rattazzi, è indetto un presidio di solidarietà per Luca Abbà, leader No Tav in gravissime condizioni al Cto di Torino dopo la caduta da un traliccio mentre stava manifestando questa mattina contro gli espropri dei terreni del cantiere della Torino-Lione.

La nostra piena solidarietà al movimento, testimoniata dalla presenza di una delegazione da Spezia alla grande manifestazione di sabato scorso in Val di Susa, si unisce in queste drammatiche ore alla vicinanza a Luca , sospeso tra la vita e la morte.

La lotta di Luca e dei no Tav è la lotta contro l’ennesima ingiustizia di stato che, nel nome degli degli enormi profitti di pochi, si guarda bene dal salvaguardare al vita degli abitanti e dell’intero escosistema. E’ la lotta di tutti noi: Siamo tutti No Tav. Per questo chiamiamo a raccolta tutta la società civile oggi alle 17.30, in contemporanea con tutte le piazze dItalia.
Nelll’occasione sarà indetta una conferenza stampa della Fds per spiegare le ragioni della protesta.

Federazione della Sinistra La Spezia 

« Pagina precedente