Fiasella torni indietro o sarà opposizione e conseguenze politiche in tutto il territorio

24 giugno 2010, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Primo piano

La Federazione della Sinistra della Spezia (PRC-PDCI) e la Federazione spezzina del PSI, SEL chiedono l’immediato ritiro del Decreto del Presidente della Provincia Marino Fiasella il quale, nel pieno di un conflitto precongressuale tra bande tutto interno al suo partito (PD), ha scelto di calpestare i patti e le alleanze politiche che gli hanno permesso di essere eletto nel 2007 Presidente dei questa Provincia medaglia d’Oro alla Resistenza, dimostrando inoltre, tramite l’uso di metodi antidemocratici, lo scarso rispetto verso il voto popolare e verso i suoi collaboratori.

La scelta che il Presidente ha compiuto senza alcun confronto con la coalizione inserendo nella sua giunta un rappresentante della Confindustria locale (vicepresidente dei Giovani Industriali nonché proprietario della S.A.T., Società Acquedotti Tirreni proprietaria di numerosi pozzi idrici anche nel nostro territorio) ha fortemente spostato a destra l’asse politico della maggioranza che governa l’Ente.

Tutto questo è inaccettabile!!

Ne consegue che qualora il ritiro del decreto non avvenisse nell’immediato ne trarremo le logiche conseguenze collocandoci all’opposizione della Giunta Fiasella, con inevitabili ricadute sul quadro politico delle alleanze in tutta la Provincia.

Federazione della Sinistra La Spezia

Federazione del PSI e SEL La Spezia