Novelli (Prc Lerici): “Quale futuro sulla scuola??”

22 dicembre 2012, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Partito, Primo piano

 

A meno di un mese dalle preiscrizioni alla scuola primaria  l’Amministrazione comunale non ha messo in atto il percorso partecipato preannunciato ad Ottobre, per organizzare le strutture scolastiche nel territorio lericino. Una questione che ci preoccupa enormemente.

In assenza dei preannunciati percorsi, la cittadinanza si è attivata in autonomia, dimostrando di avere le idee molto più chiare di chi ci amministra e l’iniziativa delle “mamme del momento” ne è lampante dimostrazione: un mese di mostra “attiva” nella scuola di Tellaro (ancora in corso) per far conoscere a tutti la storia di un incantevole luogo scolastico ed il valore della sua esperienza didattica per rilanciarla come modello di scuola del futuro per i piccoli borghi come il nostro.

Il contributo di Rifondazione Comunista continuerà nel proponerre iniziative pubbliche e partecipando alle diverse organizzate dai cittadini, partendo dall’analisi dello stato reale delle cose.

Il numero di bambini in età scolare è confortante almeno per i prossimi tre anni e non mancheranno iscrizioni per formare le classi prime in tutto il comprensorio lericino, comprese le frazioni.

Le informazioni ricevute direttamente da gruppi di genitori autorganizzati ci dicono che sarebbero quasi 20 i bambini preiscritti alla scuola de La Serra per il prossimo anno.

Questi dati sono più che confortanti per mantenere il Tempo Pieno suddiviso nelle frazioni di Tellaro e La Serra e confermare quindi la scelta in linea con quanto contenuto nel programma elettorale, ovvero il mantenimento dei plessi scolastici all’interno dei Borghi fino a quando questo fosse possibile.

Si dovrà procedere anche alla riapertura della scuola di Tellaro, chiusa solo temporaneamente e sotto l’effetto di pressioni che non sono state gestite nel migliore dei modi, mentre per la nuova collocazione dell’asilo nido, ci auguriamo che questa struttura possa essere trasferita a Pozzuolo così da avere nuovamente anche in questa frazione un presidio scolastico, anche se soltanto per la primissima infanzia.

Stefania Novelli
Segretaria del circolo di Rifondazione Comunista di Lerici

“Scuola nei borghi: quali valori e quale futuro”. Venerdì alle 17.30 incontro a Solaro di Lerici a cura di Rifondazione Comunista

22 novembre 2012, by  
Archiviato in Appuntamenti, Dalla Provincia, Partito, Primo piano

Discutere di scuola a tempo pieno, edifici scolastici, bambini e loro bisogni, socialità. E’ l’obbiettivo del dibattito pubblico che si terrà venerdì 23 novembre alle 17.30 presso il circolo Arci di Solaro di Lerici, organizzato dal circolo lericino di Rifondazione Comunista. Rifondazione è particolarmente interessata a elaborare e discutere una proposta per il riordino dei plessi scolastici da sottoporre all’amministrazione comunale di Lerici.

Siamo convinti che la presenza delle scuole o dei centri di istruzione e dell’infanzia nei borghi debba essere mantenuta dato che rappresenta oramai l’unico presidio di socialità rimasto.

Tale proposta deve però essere partecipata e costruita assieme alla cittadinanza ed è per questo che il dibattito di venerdì rappresenterà solo l’inizio di un percorso che ci auguriamo sia propositivo e condiviso.

All’incontro interverranno Valeria Ghiso, insegnante e responsabile scuola Prc di Savona, Filippo Vergassola, studente e responsabile scuola Prc La Spezia e Stefania Novelli, segretaria del circolo Prc “Lucio Libertini” di Lerici.

 

Rifondazione Comunista, circolo “Lucio Libertini” Lerici