Presidenza STL Lerici: “La politica deve rigenerarsi? Un’occasione per metterci alla prova”

6 giugno 2013, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Istituzioni, Partito, Primo piano

La nomina della presidenza in una partecipata pubblica come l’STL lericina è un passaggio molto delicato, in quanto questa società gestisce un bilancio di oltre 1.5 milioni di euro derivante dalla gestione della mobilità e sosta a pagamento oltre che la gestione della programmazione turistica degli eventi lericini.

Per questi motivi sono necessarie competenze ed esperienze qualificate, ed è opportuno che tale scelta sia chiara, trasparente e basata su reali esigenze della comunità, senza incorrere nell’errore di rincorrere equilibri relazionali tra partiti.

Riteniamo che gli auspici mossi dall’associazione Ilicis siano tanto condivisibili quanto puntuali sulla reale problematica  e siamo convinti che la politica debba avere un ruolo centrale nel ricoprire certi ruoli di indirizzo. Non siamo certo a sostenere le tesi di chi pensa che con i tecnici sia tutto risolvibile (Monti docet) ma le scelte devono ricadere in un processo di trasparenza che non dia adito a discussioni tanto spiacevoli quanto legittime.

Questa è l’occasione per dimostrare che la politica è in grado di rinnovarsi, coinvolgendo le realtà locali e la cittadinanza, dimostrando con chiarezza e con trasparenza i passaggi assunti. Continuare sulla strada desueta e logora del decisionismo può solo alimentare la giusta disaffezione alla politica da parte dei cittadini, rischiando di alimentare situazioni di incompetenza. Apriamo tali scelte con trasparenza e partecipazione.
Con l’occasione ringraziamo sentitamente il presidente uscente Guido Zanello che per tutti questi anni ha portato avanti la Società con passione e dedizione, affrontando e gestendo le diverse difficoltà sia logistiche sia organizzative che si sono succedute nel tempo.

Rifondazione Comunista Lerici

Approvazione la mozione di Rifondazione per le videoriprese del consiglio comunale di Arcola

20 settembre 2010, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Primo piano

La federazione spezzina di Rifondazione Comunista plaude la mozione (approvata all’unanimità) presentata ad Arcola dal nostro consigliere Salvatore Romeo riguardo alle videoriprese e le trasmissioni in diretta via internet delle sedute del consiglio comunale arcolano. Si tratta di un’importante operazione di trasparenza verso tutti i cittadini di Arcola che potranno così seguire molto più agevolmente la vita democratica del proprio comune.

Un significativo passo in avanti che avvicina ancora di più le persone alla cosa pubblica invogliandole ad essere sempre informate di quanto accade, a partire dal proprio territorio, in un’epoca di grave oscurantismo culturale e mediatico in cui il nostro paese è caduto da molto tempo.

I cittadini-elettori potranno assumere così quel ruolo di “controllori” che rispecchia pienamente il senso democratico del rapporto di essi con la politica, troppo spesso a vista come un affare privato e di palazzo, incomprensibile ai più.

Auspichiamo che gli altri comuni spezzini facciano altrettanto perché la trasparenza tra la amministrazione e i cittadini è un altro di quei beni comuni da difendere a spada tratta. Per Rifondazione Comunista alla Spezia un’altra campagna provinciale per in difesa dei diritti dei cittadini, nell’intento di trasformare le istituzioni in veri “palazzi di vetro” dotando la cittadinanza di tutti gli strumenti di controllo della classe dirigente.