Lombardi scrive a Michele Fiore (La Spezia per Civati): “C’è bisogno di Sinistra, costruiamola insieme”

27 febbraio 2014, by  
Archiviato in Dalla Provincia, Partito, Primo piano

Caro Michele,
mi rivolgo a te come esponente di La Spezia per Civati, consapevole e speranzoso che le mie parole siano una scintilla in un dibattito con non deve terminare qui.
Rispetto fortemente la scelta che ha la vostra area politica, ma permettimi di dire che oggi sostenere il governo Renzi è un errore storico, oltre che politico. Quell’energia inedita di cui parli dovrebbe avere il coraggio di esprimersi in un contesto che oggi deve essere nuovo, un cantiere, che già oggi è in costruzione. Il centrosinistra, come lo abbiamo vissuto, è agonizzante, sotto il peso delle politiche dei due tempi, pronte a colpire stipendi e pensioni, a precarizzare, a tagliare, ma mai a redistribuire le ricchezze.
Oggi i compagni di Sel hanno avuto il coraggio di certificare questa fine, e di guardare oltre e questo coraggio noi speriamo sia duraturo.
Fuori dalla retorica della necessità e del senso di responsabilità fini a sé stessi si sta consumando l’ennesimo spostamento a destra del Pd, ancorchè dopo una discussione appassionata e democratica. La vostra casa è vittima di un dissesto ancora peggiore di quello idrogeolgico, perchè culturale, interno, viscerale, che porta a sostenere un governo con ministri di confindustria filoberlusconiani, gli intoccabili alfaniani, in una sorta di Cencelli di correnti trasversali. In questo contesto, già di per sè assai deprimente, c’è un paese in continua deindustrializzazione, privo di legalità sociale, con continui stupri del territorio e dove ogni forma di diritto è degenerati in forme di privilegio che negano i diritti stessi da cui mutano.
Io credo che non si tratti di sfasciare tutto, ma veramente voi pensate che uguaglianza, giustizia sociale, ambiente, l’Europa dei cittadini e non dei mercati passi da Renzi. Ho troppa stima per compagni di strada come te, e per intelligenze come Civati, per credere che non siate consci che oggi Renzi è li perchè tutti i poteri che si contrappongono ai nobili intendimenti che hai citato, lo hanno voluto.
Questo Governo di “trasversalità” userà la carota di qualche demagogico taglio alla rappresentanza politica democratica (come già è successo per le province creando caos e null’altro) ma nessuna sostanziale modifica ai privilegi, mentre dall’altro attenderemo mannaie come il destino della CIG, tagli ai servizi ed un ondata di privatizzazioni che significheranno licenziamenti senza nessuna prospettiva.
Se volessi affondare il colpo ti direi: voto utile non fu. Ma non è mio intento polemizzare, anzi vorrei che questo fosse, come premesso, l’inizio di un confronto. Non c’è un centrosinistra da ricostruire, l’Ulivo fallì come fallì il tentativo di incerottare una Sinistra con le forze più retrive e conservatrici, se non addirittura clientelari. C’è da costruire la Sinistra, laica, dei diritti, dei lavoratori, per l’ambiente. E per far questo c’è bisogno di chi come voi ha questi valori, ma li esprime nel luogo peggiore per potersi far ascoltare e contribuire.
Le forze a sinistra del Pd in questo paese, seppur con fatica certo, si stanno muovendo confrontandosi, verso un lido politico unitario, che passa per le Europee. Lì sarà la prima sfida, e la nostra casa è aperta, accogliente, nè minoritaria nè minoritarista, ma di Sinistra.
Massimo Lombardi
Segretario Provinciale Rifondazione Comunista La Spezia