11 settembre 1973-2011, il comune si ricordi di omaggiare Salvador Allende, ucciso dal golpe fascista di Pinochet

12 settembre 2011, by  
Archiviato in Appuntamenti, Partito, Primo piano

 

Domani 11 settembre, decennale dell’attentato alle Twin Towers di New York, sarà anche il trentottesimo anniversario del golpe di stato fascista ad opera del generale Pinochet in Cile che rovesciò il governo democraticamente eletto del presidente Salvador Allende grazie al fondamentale aiuto dei servizi segreti americani.

Quell’11 settembre 1973 è stato offuscato dall’11 settembre 2001 dove stavolta l’America è stata protagonista in parte lesa.

Si tende dunque a dimenticare che l’11 settembre è l’avviversario della morte di Salvador Allende, ucciso dai militari fascisti mentre difendeva eroicamente il palazzo della Moneda di Santiago, sede della presidenza cilena.

Allende non solo è stato un grande uomo di sinistra e un grande politico, ma è stato anche il simbolo della democrazia e della lotta dei più deboli contro l’imperialismo statunitense che ha schiacciato i popoli e le regole democratiche di innumerevoli stati, sudamericani e non.
Allende è stato e sarà per sempre un modello di riferimento per tutto il mondo autenticamente libero, che merita di essere ricordato e onorato, certamente non dimenticato.Per questo, come ogni anno, domani mattina alle 11 Rifondazione Comunista della Spezia omaggerà Allende con un mazzo di fiori presso la struttura pubblica di via Mazzini che porta il suo nome.

Considerando che si tratta di uno degli edifici più importanti appartenenti al nostro comune, ci pare strano che l’amministrazione, intenta a commemorare l’attentato delle torri gemelle con l’accensione delle luci del palazzo civico, non provveda anche a ricordare l’importante figura del compianto presidente cileno.

Rifondazione Comunista La Spezia